Ricordando la mia adolescenza.

 

ricordi.jpg

Oggi ero in vena di ricordi e così, cercando nei meandri della mia memoria, mi sono rivista ragazzina, esuberante, sempre allegra, testarda e soprattutto decisa.

Ricordo la mia insofferenza verso le privazioni, verso le ingiustizie e soprattutto verso i no di mia madre che non riuscivo proprio ad accettare.

Non capivo perchè mi veniva proibito la lettura di stupidi giornalini per ragazzine che volevano solo sognare amori che avrebbero vissuto, non capivo perchè non potevo andare in vacanza con gli amici in quella baita gestita dall’oratorio e che nei miei desideri diventava il posto più bello del mondo, non capivo perchè le mie amiche potevano trascorrere le notti fuori casa o i fine settimana al mare in compagnia e io no, non capivo perchè e ancora oggi mi è difficile comprendere.

I miei erano molto possessivi e poi, io ero la loro unica figlia femmina….

…ma se anche poi qualcosa riuscivo ad ottenere, non sempre con il loro consenso, come quando mi facevo prestare i giornalini dalle amiche e li leggevo poi di nascosto sotto le coperte con la mia pila, mi è rimasto un non sò che di amaro nell’anima, di desideri irrealizzabili che probabilmente non mi avrebbero cambiata, ma che sicuramente non avrebbero lasciato quel senso di vuoto che ancora oggi, a distanza di anni, provo.


Ricordando la mia adolescenza.ultima modifica: 2010-03-07T22:21:28+00:00da quintessenzalor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento